WAVES – RICCARDO MACCABRUNI

Riccardo Maccabruni è pianista, fisarmonicista, hammondista, cantante e chitarrista, da anni attivo nella scena musicale italiana. Ora per Makka è arrivato il momento di esprimere tutta la sua personalità in un progetto solista: Waves.

HOLD YOU TIGHT apre il disco con delicatezza grazie all’uso della sola chitarra acustica e di morbide armonie vocali. Sentimenti contrastanti serpeggiano tra le strofe in un sussurro dalle tinte pastello, tenue e vaporoso.
Con WAVES si cambia subito ritmo. Un bellissimo intreccio di hammond, chitarre e armonizzazioni vocali che proprio come onde fluttuano libere verso l’ascoltatore. Cavalloni chitarristici che sembrano arrivare direttamente dagli Allman Brothers si mescolano alla leggerezza della spuma vocale di Maccabruni. Un singolo che solletica come le onde sulla battigia e che t’ invita all’abbandono della materialità per abbracciare la bellezza della natura.

2018-07-05-11-34-34

EVERYBODY’S FEELING si apre con un pianoforte solitario che dialoga poi con la voce di Maccabruni. C’è l’old man, il businessman, lo skinny boy..ognuno con la sua vita, il suo ruolo. “Se potessimo vedere la nostra vita per intero, continueremo a seguire un ruolo preciso?” E’ arrivato il momento di scrollarsi di dosso le “categorie”, di lasciarsi andare, rompere gli schemi e seguire la magnifica coesione del torrente di suoni partorito da Makka. Un amalgama perfetto: le molecole violinistiche si uniscono a quelle di dobro e chitarre andando a formare atomi musicali che scorrono sinuosi in un corso d’acqua che straripa di bellezza.
Si prosegue con KEEP ON, un brano che invita a non mollare mai anche se le cose sembrano non andare per il verso giusto. La pedal steel di Paolo Ercoli vela di speranza i ritornelli mentre il tiro di chitarra di Marco Rovino sprinta verso il finale con la vigoria e l’incisività perfetta per ”keep on holding on..”.

11296635NOTHING LEFT TO DIE FOR ha i colori sonori di una country fair e la dolcezza di un amore ormai lontano. Gli strumenti compattano una balla di fieno melodica che risulta pungente e secca grazie al mandolino, ma che viene subito ammorbidita e raddolcita dalla fisarmonica. La voce di Maccabruni addomestica quei pochi ribelli ciuffi di fieno che ancora pungono e imballa un brano dalle tinte calde e molto piacevoli.

GOOD IS RIGHT è una canzone costruita su domande, caratterizzata da eccelse armonizzazioni vocali e un ritornello come una specie di mantra che risponde universalmente a tutti gli interrogativi.
Con DESERVE si torna in acque più calme. Un pezzo rugiadoso e angelico che gravita attorno alle voci di Maccabruni e Beatrice Campisi. I suoni pacati di chitarra acustica e pianoforte vengono fiancheggiati e sostenuti dall’armonica immalinconita di Jimmy Ragazzon.
BABYLON è un pop-rock che mescola chitarra elettrica, pedal steel, violino e hammond concludendo in un finale che perfettamente si adatta al titolo: è una Babilonia in cui ogni strumento parla una lingua diversa, quasi una specie di Jam session, ma qui, quel che ne esce,  è qualcosa di straordinariamente omogeneo.

2018-07-05-12-45-46

NONE OF US è il pezzo più rock di tutto il disco, con chitarre elettriche molto southern che evocano subito Blackberry Smoke, Allman Bros e Lynyrd Skynyrd. Il brano forse più corposo e ricco dell’intero disco con un sound grumoso e robusto ammorbidito solo dalla voce di Maccabruni. Capolavoro.
MAKE ME WONDER chiude il disco in punta di piedi con la stessa delicatezza con cui  si era aperto. Un brano dominato dal pianoforte che sigilla questo spumeggiante lavoro con atmosfere carezzevoli ma vigorose allo stesso tempo.

WAVES è un disco eterogeneo all’ennesima potenza, ricco delle influenze più disparate sintetizzate e distillate con maestria da Maccabruni. Dieci pezzi, ognuno coi suoi diversi affluenti, che scorrono e s’ingrossano ad ogni ascolto: un fiume in piena che si riversa nel mare magnum delle sensazioni creando onde e cavalloni spettacolari. Salite a bordo e lasciatevi ingerire dal mulinello emotivo generato da WAVES: cavalcate la vostra tavola da surf e fatevi inghiottire dalle onde sonore perché annegare dentro questi brani è un’esperienza magnifica.

Sara Bao

Per ascoltare Waves clicca sull’icona qui sotto:
Logoappliandrospotify

 

Annunci

Una risposta a "WAVES – RICCARDO MACCABRUNI"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: